Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

"PROSEGUONO GLI SFORZI PER UN OSPEDALE PIU' MODERNO" - Indicatore Mirandolese

Negli ultimi mesi non si sono fermati gli sforzi per avere a Mirandola un ospedale più efficace e moderno e il direttore generale e gli altri vertici regionali e provinciali hanno dato, come sempre, la disponibilità a incontrare i capigruppo del Consiglio comunale in un confronto che ormai è regolare, una collaudata esperienza in cui periodicamente Ausl e Amministrazione e politica fanno il punto.

 

Nell’area medica, già da tempo, si è intrapreso un percorso che ha portato in un primo momento (maggio 2017) a una rimodulazione dei posti letto tra le varie specialità, mentre da luglio si procederà con un ri-orientamento delle degenze e del modello assistenziale. In particolare alla Cardiologia sarà affidata la gestione dei quattro posti letto monitorati in aggiunta ai letti già assegnati.

Nell’ambito del nuovo progetto Caring, Cura basata sulla relazione, l’assistenza è sempre più personalizzata in base ai bisogni della persona assistita; saranno attivati poi percorsi di formazione specialistica cardiologica, pneumologica e internistica così da poter aumentare le competenze infermieristiche e tecniche. Entro la fine di luglio l’ospedale vedrà un aumento di quattro posti letto di Riabilitazione, in aggiunta ai sei già attivati dal febbraio scorso, a disposizione in particolare per i pazienti sottoposti a interventi di protesica che necessitino di riabilitazione precoce nel post operatorio. L’assistenza sarà affidata a un’equipe multidisciplinare tra fisiatra, fisioterapista e medico internista per una migliore e rapida presa in carico. Per quanto riguarda il Punto Nascita, a fine agosto 2018, sarà acquisito l’ulteriore ecotomografo portatile che andrà a completare la dotazione a servizio delle attività ambulatoriali e di degenza. Tra le iniziative volte ad aumentare la fidelizzazione delle donne in gravidanza, in collaborazione con i Consultori e le istituzioni, l’open day di sabato 23 giugno con la presentazione del video racconto di una giovane coppia che ha permesso di illustrare il “Percorso Nascita” attivo sul territorio e il Punto Nascita dell’ospedale di Mirandola.

A gennaio 2019 inizieranno i lavori per la Casa della salute e, una volta ultimati, partiranno quelli per la realizzazione dell’Osco. Questi spazi integreranno e potenzieranno i servizi sanitari erogati sul nostro territorio, facilitando il percorso medico per i pazienti che saranno seguiti a 360 gradi da specialisti, infermieri e medici di medicina generale che collaboreranno insieme per ottimizzare tempistiche e servizi. Sempre in questo ambito, a settembre si istituiranno due posti letto “pre Osco” per alleggerire l’area medica che si ricaveranno nella Casa protetta. Dal 2015 a oggi la direzione sanitaria ha preso l’impegno di aggiungere posti letto e di portare una visione nuova della sanità nel nostro territorio e ci sta riuscendo. Siamo sulla strada giusta, cercando, comunque, di portare ulteriori migliorie al nostro caro ospedale!

 

Eleonora Costi consigliere Pd

 

Next Story

This is the most recent story.