Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

Rubriche Archivi - Pagina 19 di 19 - Indicatore Mirandolese

UNA TRAGICOMICA AVVENTURA AGLI ALBORI DEL BIOMEDICALE

19 gennaio 2013 |

Giorgio Goldoni

  Ovviamente si dovrebbe scrivere del futuro e non del passato, ma è anche vero che ho un bel malloppo di anni che vanno ricordati e salvati (una trentina molto abbondante in questo caso) e magari scavando nella memoria verranno generate altre idee da cogliere e sviluppare. Read More

PARLA INDIANO E CINESE LA RIPRESA DI TESEO DI CAVEZZO

17 gennaio 2013 |

 

Uno dei titolari, Maurizio Marchi, è appena partito alla volta della Cina per trovare un referente che in loco possa gestire gli interessi della Teseo. L’altro, Gabriele Pivetti, si occupa del settore commerciale assieme al figlio Giacomo, arrivato in ditta da poco più di un mese. Agli inizi degli anni ’90 del secolo scorso entrambi diedero vita alla Teseo di Cavezzo, il cui acronimo sta per “tecnologia e sistemi elettronici”. In pratica il loro core business consiste nella progettazione e nella produzione di software che poi vanno istallati sulle macchine industriali che tagliano il vetro e il metallo.

Read More

L’ELEQUENZA DI CERRETTI

17 gennaio 2013 |

«Per una specie di fatalità, dice un sommo filosofo, le cose, delle quali ragionan più gli uomini, sono ordinariamente quelle che intendono meno; e tale appunto è la natura del bello. Ognuno ne parla giornalmente. Si ammira nelle produzioni della natura, si esige in quelle delle arti; si accorda o si rifiuta ogni momento questa qualità, e ciò null’ostante, se s’interrogan gli uomini di gusto il più squisito, quale ne sia l’origine, l’essenza e la vera definizione, s’ei sia qualche cosa di assoluto o relativo, se vi abbia un bello eterno, immutabile, o se avviene di lui come della moda, che varia ogni istante, si veggono immediatamente divisi i pareri. Chi confessa la propria ignoranza, chi si abbandona allo scetticismo; chi definisce e decide; ma fra tanti bei sogni metafisici ne abbiamo noi forse una precisa nozione?».

Luigi Cerretti – da “Istituzioni di eloquenza”

 

Read More

QUANDO NEL NEGOZIO DI LEONARDO C’ERANO I PINGUINI

17 gennaio 2013 |

 

A quell’acuto osservatore che è il Barnardon non poteva di certo sfuggire la visita che Angelo Lombardi, allora notissimo presentatore della trasmissione televisiva “L’amico degli animali”, fece a Mirandola il 15 settembre1963, inqualità di testimonial delle lane Pinguen vendute nel negozio di Leonardo in via Curtatone. Angelo Lombardi rimase a Mirandola due giorni. All’arrivo, momento in cui i mirandolesi e l’Amministrazione comunale gli riservarono un’accoglienza davvero calorosa, destò da subito molta curiosità perché venne portando con se un pinguino (come primo testimonial della linea di lane omonima)in carne e ossa chiamato Bi Bo Bu e accompagnato dal suo aiutante, un mulatto, che aveva il compito di prendersi cura del pinguino che andava bagnato (per la sua sopravvivenza!) almeno ogni due ore.

Read More

ALESSANDRO GASSMANN SI RACCONTA IN UN LIBRO

17 gennaio 2013 |

 

 

  • Titolo: Sbagliando l’ordine delle cose
  • Autore: Alessandro Gassmann
  • Editore: Mondadori
  • Anno: 2012
  • Pagine: 177
  • Prezzo: 18 € Read More

DAL CREATORE DE I GRIFFIN UNA COMMEDIA “AMMORBIDITA”

16 gennaio 2013 |

 

Ted

Regia: Seth MacFarlane.

Con: Mark Wahlberg, Mila Kunis, Seth MacFarlane, Giovanni Ribisi.

Usa, 2012, comico, colore, 106 min.

A otto anni John Bennett (Mark Wahlberg) riceve in regalo Ted, grazioso orsacchiotto di peluche. Il bambino esprime il desiderio che il suo giocattolo si animi e parli con lui ed il “miracolo” si avvera, ma, contro ogni aspettativa, Ted è volgare e beone. I due crescono insieme ed a 35 anni John vive un difficile rapporto con la sua fidanzata (Mila Kunis) a causa della sua particolare amicizia con l’orsacchiotto. Difficile parlare di questa commedia senza parlare anche del suo autore. Read More

CHE AVVENTURA LA CACCIA NOTTURNA ALLE PATATE!

11 gennaio 2013 |

Wally Mantovani, sorella di Quirino

Eravamo nel dopoguerra e come potete immaginare il problema più grande era il cibo. Mi ricordo che mia madre mi portava con lei quando andava dalla “Pina” Gandolfi che possedeva un chiosco vicino alla Madonnina ed anche un carretto con cui, a volte, andava, assieme alla Bruna Pollastri a vendere verdura, frutta e soprattutto gnocco di farina di castagne. Molte sere, per stare in compagnia, le signore si trovavano in casa della Pina per giocare a briscola. Read More